L’IMPORTANZA DI AVERE UN PERSONAL TRAINER

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ciao amici di MioPersonalTrainer.it, come descritto nel precedente articolo, abbiamo deciso di affrontare l’argomento PERSONAL TRAINER.

Bisogna sapere che, il Personal Trainer in Italia è stato introdotto negli ultimi anni, grazie anche al mondo televisivo, a VIP con fisici scultorei tutto l’anno su copertine delle maggiori riviste di gossip, e a film americani dove attori passavano da avere ruoli con fisici da obesi a veri e propri campioni da palco.

Nel settore vi è ancora molta ignoranza e tanti, quando si parla di questa figura, si chiedono: ma perché farsi seguire da un PT? A cosa serve la sua figura nel concreto? Che cosa fa quella persona in palestra chiamato istruttore?

Prima di tutto, occorre rispondere a quest’ultima domanda con chiarezza per far luce sulle altre: c’è una vera e propria distinzione tra istruttore di sala e personal trainer. Il primo in teoria (e anche in pratica) é chi si dovrebbe occupare della gestione della sala pesi, a seguire i clienti della palestra, a coccolarli con schede e cercare di aiutare gli atleti nella metodologia degli esercizi. Nella realtà invece, come spesso accade, si hanno di fronte persone svogliate che passano il tempo a chattare con il telefonino e aspettare che finisca l’ora di lavoro. Questa è la verità, nuda e cruda.

Quanti di voi lettori, hanno smesso di andare in palestra per questo motivo? Noi scommettiamo che siete in tanti. Schede copia e incolla, dolori dovuti ad allenamenti eseguiti in maniera scorretta, mancanza di risultati. Ecco quindi l’esigenza di avere una figura che risolva tutti questi problemi: il Personal Trainer.

Il Personal Trainer è colei/colui che attraverso studi universitari e/o certificati conseguiti presso le varie associazioni/ federazioni ed esperienza sul campo, fa si che lo rendano un professionista in materia del fitness. Il suo lavoro si svolge in diverse fasi: l’intervista iniziale, la valutazione antropometrica e funzionale, l’elaborazione e l’esecuzione di un programma di allenamento personalizzato, il controllo dell’efficacia del lavoro programmato.

Quali sono quindi i maggiori benefici?

1. Allenarsi in sicurezza e soprattutto correttamente;
2. Ottimizzazione dei tempi: vengono costantemente rispettati i tempi di recupero e non si perde tempo con mp3, cellulari e social network. Vedrete che l’allenamento di un ora intensa, sarà molto più faticoso di un allenamento delle vostre vecchie 2 ore abbondanti;
3. Esercizi su misura agli obiettivi prefissati;
4. Motivazione continua: un coach che ti urla e ti strilla dietro, darà i suoi benefici;
5. Risultati certi: se volete la tartaruga, state tranquilli che il vostro PT ve la farà ottenere!


Ultima e dolente nota: per raggiungere degli obiettivi tutto dipende da voi, bisogna volerlo davvero, con costanza, determinazione e perseveranza, perché il PT non fa miracoli!