Gravidanza

Ciao, ho un dubbio per quanto riguarda gli allenamenti in gravidanza . Ho da poco scoperto di essere incinta e immagino che non potró più allenarmi come prima . Mi allenavo 2/3 volte alla settimana ora sono ferma da quasi un mese .Ho notato comunque un lieve cambiamento anche perchè sono diventata più sedentaria essendo molto stanca e mi sento molto gonfia. Vorrei iniziare a fare qualcosa di soft e magari allenarmi a casa .Potete darmi qualche consiglio su che cosa fare? Bastano solo la camminata e qualche esercizio a corpo libero o meglio farmi seguire da qualcuno in palestra ?vi ringrazio anticipatamente

Ciao Lucia, in gravidanza puoi allenarti tranquillamente in palestra, ovviamente in maniera meno intensa e prolungata, io personalmente ho seguito una donna allenandola fino al settimo mese della gravidanza.
Il consiglio che posso darti che puoi allenarti anzi devo allenarti con i pesi in questo modo preparo pmeglio il fisico allo sforzo che dovrai fare in corso parto. Buona giornata

17 Aprile 2019 - 10:25

Ciao, sicuramente mantenere un pò di attività fisica in gravidanza può portare solo che benefici, manterrai comunque una buona tonicità e resistenza muscolare importante al momento del parto, e soprattutto limiterai l’accumulo di liquidi e di apide tipici di questa fase. Il consiglio (soprattutto all’inizio) è di evitare alte intensità, temperature elevate e movimenti multiarticolari con carichi alti, eliminerei anche macchine come “adduttori” ed “abduttori”. Fare una bella camminata o corsa leggera più qualche esercizio a corpo libero può solo che farti bene, anche se ovviamente è preferibile la supervisione di un esperto (Personal Trainer). Spero di essere stato di aiuto, buona giornata e congratulazioni!!

17 Aprile 2019 - 10:29

In stato interessante assolutamente vietato allenarsi o trattamenti terapici (tranne su specifica prescrizione medica) per i primi tre mesi e nell’ultimo. I primi 3 sono i più delicati ed il rischio è quello di interruzione della gravidanza. Nell’ultimo mese invece il rischio è di anticipare il parto. Dal 4 a metà dell’8 con le dovute attenzioni si possono fare diversi allenamenti (alcuni dei quali per agevolare il momento del parto). Mi rendo disponibile a consulti 3491643350 n.tagliavini@outlook.it

17 Aprile 2019 - 10:40

Salve, le consiglio che ci si può concentrare sugli arti, sulla schiena, e sul perineo fondamentali per un bilanciato assetto corporeo durante il parto.
La schiena è uno dei punti dolenti della gravidanza, sono spesso sottoposte a dolori lombari.
Sicuramente la muscolatura dorsale è una muscolatura che può essere allenata in gravidanza e lo si può fare anche a corpo libero, ovvero senza pesi ad esempio un total body per tonificare la muscolatura, senza eccessivi sforzi così andiamo a lavorare in cardio ovvero aumentano la frequenza cardiaca e quindi accelerando il metabolismo bruciando grassi.
Se vuole avere più informazioni può gentilmente contattarmi al 3209373033.

17 Aprile 2019 - 11:58

Salve Luciana,
Per una donna fisicamente attiva e in buona salute, che non presenti fattori di rischio cardio-vascolare e con un decorso di gravidanza normale, 30′-40′ di attività fisica a bassa intensità ed una frequenza di 3-4 sedute settimanali, non inducono effetti negativi per la madre o per il feto.
Vale il criterio della moderazione, nell’interpretare un’attività fisica: si raccomanda che la donna sappia regolare il proprio impegno in base al suo livello di efficienza fisica.
Per la donna atleta, anche l’allenamento intenso con elevato dispendio energetico non determina particolari alterazioni sulla salute della madre e del feto durante la gravidanza.
Nei primi tre mesi di gestazione e in particolare i primi 28 giorni, ogni sforzo deve essere monitorato, analizzando l’obbiettivo di ogni esercizio.
E’ importante in questa fase moderare gli sforzi, evitando attività fisica in clima caldo, onde evitare uno sviluppo del sistema nervoso del feto.
L’attività fisica va praticate dunque in luoghi ventilati, con ampi recuperi tra le serie, frequenti intervalli e bevendo molta acqua.
Il nuoto è un’attività consigliabile per la mancanza di eventi traumatici che presenta e nello stesso tempo, per mantenere una funzionalità ottimale dei sistemi cardio – circolatori e cardio – respiratori.
Nella fase più avanzata, l’attività fisica può accentuare la normale risposta ipo- glicemica che si verifica a seguito dell’aumentata assunzione di glucosio da parte dei muscoli, questo può indurre un insufficiente apporto di glucosio al feto.

Se interessano maggiori dettagli sul discorso Donne e Pesi, allenamenti in gravidanza, può scriverci ad: Info@functionalstyle.it o contattarci al 339.427490, se è di roma può passare presso il nostro studio.

17 Aprile 2019 - 17:46

Ciao Lucia, per allenarti in gravidanza,oltre alle passeggiate all’aria aperta,io ti consiglio il pilates in gravidanza. Innanzitutto perché si concentra sulla postura che in una donna in gravidanza si modifica e poi rafforza la parete addominale aiutando ad mantenere una corretta posizione della colonna vertebrale.infine il pilates ti elasticizza e tonifica la muscolatura cosa che ti aiuterà sia durante il parto che dopo.
Da istruttrice di pilates ti dico di rivolgerti a qualche istruttore di Pilates bravo,competente che saprà perfettamente quali esercizi farti fare in base al mese di gravidanza a cui sei. Se vuoi più info,puoi contattarmi tramite mail cdonzelli.trainer@gmail.com.

17 Aprile 2019 - 18:50

Ciao, dipende…ho avuto modo di allenare persone incinte e se non vi sono particolari problematiche direi che ci si può allenare tranquillamente, ovviamente dopo aver preso il parere del tuo medico. Quello che posso consigliarti è intanto di non strafare con i pesi, soprattutto nei primi 3 mesi che sono quelli più complicati, e ovviamente negli ultimi due. Dopodichè via libera a macchine cardio (moderatamente) esercizi a corpo libero senza strafare. Se vuoi avere maggiori informazioni sul coaching online visita la mia pagina dinogugliandolopt.simplesite.com/ oppure inviami una mail a dinogugliandolop.t@virgilio.it. A presto

17 Aprile 2019 - 20:05

Ciao Lucia, prima di lavorare in palestra, devi avere il consenso e il relativo certificato medico per l’attività fisica non agonistica. Ti consiglio di fare esercizi con carichi a media o bassa intensità. L intensità corrisponde a quello cui eri abituata a fare prima di rimanere incinta. Lavori su cyclette o tapis roulant possono essere fatti per migliorare sistema cardiocircolatorio e sono consigliati soprattutto ultimi mesi. Se vuoi utilizzare le macchine stai seduta per avere una maggiore sicurezza dato che il carico è guidato. I PROGRAMMI devono essere sicuri e privi di rischi. Un buon allungamento della bassa schiena può essere utile per ridurre la lordosi lombare.

17 Aprile 2019 - 23:04

Ciao Lucia, congratulazioni per la tua dolce attesa.
In gravidanza è possibile allenarsi ed allenarsi co i pesi, MA è insipensabile che tu abbia il benestare del medico che ti segue in questo bellissimo percorso. Ogni situazione va valutata singolarmente. Se ti da l’ok (l’importante è quello della persona a cui ti affidi nei 9 mesi che porteranno alla nascita del piccolo/a e di cui dovrai fidarti al 100%), allora poi affidati ad un Coach che ti segua al meglio anche nella parte muscolare. Tieni a mente che un buono stato di allenamento ti aiuterà anche nel parto, sempre a condizione che il tuo stato interessante ti consenta di allenarti.

25 Aprile 2019 - 17:27

Per lasciare una recensione devi effettuare l'accesso come Personal Trainer.
Non sei ancora registrato? Iscriviti subito, è gratis!.

Torna su